Spazio alle presentazioni nel pomeriggio di venerdì!

E’ stato allestito uno spazio specifico nell’area del catering, per poter dar modo ad alcune realtà di presentarsi.

Si comincia alle 17:30 con la presentazione di un libro, “E’ tempo di travasare i sogni: dall’unità spinale a Casa Gabriella e altre lotte“, edito da Medicina Democratica in collaborazione con Associazione Toscana Paraplegici Onlus. Saranno presenti l’autrice, Giulia Malavasi, Laura Valsecchi, Presidente Cnopus (Coordinamento Nazionale Operatori Professionali Unità Spinale), il Presidente Fish e Faip Vincenzo Falabella, Gavino Maciocco, Direttore Salute Internazionale.info  e Manuela Cappellini, presidente ATP Onlus.

Si continua alle 17:50 con la presentazione de “Il cammino di Marcella“. Anna Rastello ha una figlia, Marcella, che nel 1997 ha avuto un incidente ed è caduta da un viadotto: i soccorsi non riuscivano a trovarla. Anna, nella disperazione del momento, ha fatto un voto. Marcella è stata rintracciata, è rimasta per un periodo in coma e quindi tetraplegica. Anna non ha perso la forza d’animo e la volontà che la caratterizzano: quanto successo le ha dato la possibilità di scoprire un mondo parallelo legato al mondo della disabilità. Si è talmente immersa in questo realtà che ha deciso di prendere in affido una bambina con un ritardo mentale di grado medio e un bambino con disturbi psichici. La contaminazione data da queste differenti disabilità (motorie, intellettive, psichiche) le hanno fatto maturare consapevolezze e competenze diverse che ha messo a frutto iniziano nel 2011 il suo cammino, adempiendo finalmente al voto fatto qualche anno prima.
Nella sua strada ha percorso circa 1600 chilometri, andando a conoscere Amministrazioni Locali, Associazioni legate alla disabilità con riferimento specifico allo sport e all’arte, cercando nel suo cammino persone che, pur rimanendo nella disabilità, avessero superato il loro handicap, i loro stessi limiti.
Punto importante per lei è il coinvolgimento di persone che normalmente non hanno contatti con il mondo della disabilità, per sensibilizzarle, fargli conoscere e riconoscere la disabilità come parte dell’esistenza e della quotidianità.

Alle 18:10 prevista la presentazione del ProgettoOver the Limits“, Progetto di riabilitazione e socializzazione per adolescenti affetti da spettro autistico attraverso lo sport del Basket, secondo il metodo di Marco Calamai, fondatore del metodo applicato a diversi gruppi in varie zone del territorio nazionale.
La modalità operativa si basa sulla costruzione di un gruppo/ambiente sportivo e relazionale in cui gli esercizi fisici, le regole sportive e sociali, la costruzione di codici condivisi su reciproca comprensione e rispetto, sono le attività che vengono svolte da educatori professionali, tecnici sportivi, ragazzi diversamente abili, atleti normodotati, volontari partecipanti agli allenamenti in qualità di aspiranti atleti o come volontari di supporto. I ragazzi presi in carico sono di età pre-adolescenziale ed adolescenziale principalmente con diagnosi di patologie a spettro autistico. 

Alle 18:30 presentazione di Special Olympics: il progetto di attività sportive dedicato ai ragazzi con disabilità intellettiva di cui trovate alcune specifiche qui.

Alle 18:50 presentazione di ConfGuide.

Fra una presentazione e l’altra andrà in onda un filmato che illustra la prima spiaggia italiana completamente accessibile anche ai diversamente abili, realizzata dalla Cooperativa Sociale Zarapoti .
Il progetto nasce dall’idea di assicurare una vacanza comoda a tutti, realizzando una struttura accessibile non solo ai normodotati ma anche ai diversamente abili, alle mamme con i passeggini, agli anziani e alle persone che vogliono portare con sè i loro fedeli amici a quattro zampe.
Lo stabilimento è caratterizzato, oltre che dalla presenza di ombrelloni tradizionali su sabbia, da una serie di camminamenti in legno di idonea dimensione e da 22 balconcini in legno indipendenti e con una pendenza inferiore all’8% , denominate “oasi”,  che consentono di vivere un’ esperienza di mare unica ed altamente confortevole, potendo fruire di tutti i servizi spiaggia, senza toccare la sabbia, con i notevoli vantaggi connessi a tale circostanza. Ogni oasi ha in dotazione un ombrellone, due lettini una sedia a sdraio.
Il progetto della spiaggia così attrezzata rende il Valentino Beach Club unico in Italia per l’accessibilità e la estrema facilità di movimento al suo interno, peculiarità esaltata dalla presenza di SEATRAC, una sedia mobile, anch’ essa unica in Italia, che con un binario, entra direttamente in acqua, rendendo la persona diversamente abile completamente autonoma nell’ingresso in mare, nel  fare il bagno e tornare alla propria posizione. Completano poi la dotazione a vantaggio dei diversamente abili ben 6 carrozzine job, speciali sedie a rotelle anfibie che permettono agli utenti di poter essere accompagnati in mare.

 

Annunci